Protesi

PROTESI

Le protesi, disponibili in varie tipologie a seconda della problematica del paziente, vengono proposte in caso di mancanza totale o parziale dei denti. Sicuramente, il compito più importante che deve saper svolgere una protesi è quella di ripristinare la funzione masticatoria, senza però rinunciare all'estetica, garantendo così una vita sociale normale e evitando l'imbarazzo di parlare o sorridere per una edentulia. Si distinguono due tipi di protesi: fisse o mobili.

Protesi fissa

La protesi fissa, tramite denti artificiali definitivi e stabili, sostituisce completamente i denti naturali mancanti. Può essere adoperata sia che manchi un solo dente sia che manchino tutti, applicandola a pilastri di sostegno naturali, ossia i denti stessi, oppure a impianti in titanio.

Nel primo caso prendono il nome di corone, che sostituiscono un solo dente, o di ponti, quando sostituiscono più elementi. Un utilizzo della corona, ad esempio, può essere la sua collocazione sopra un dente devitalizzato o consumato per restituirgli forma, dimensioni e funzionalità originarie; il ponte, invece, in caso di mancanza di alcuni denti, si aggancia stabilmente ai due elementi vicini a quelli persi, dopo essere stati limati e ridotti per accogliere e supportare il ponte.

Nel secondo caso, ovvero quando l'edentulia, la mancanza dei denti, coinvolga più elementi o addirittura intere arcate dentarie, allora si procede con impianti in titanio inseriti chirurgicamente nell’osso mandibolare o mascellare in modo da fare da perno per la protesi.

L’utilizzo di elementi artificiali integrati nell’osso (mandibolare o mascellare) ha l'enorme vantaggio di lasciare intatta la salute dei denti ancora presenti e di garantire una migliore stabilità.

A seconda della quantità di osso disponibile varia il numero di impianti che vengono inseriti, permettendoci di parlare quindi di 2 tecniche  diverse: “all on 4” e “all on 6”, rispettivamente  “tutto su 4” e “tutto su 6”. Nel primo caso, il numero 4 sta per il numero di impianti inseriti lungo il perimetro della gengiva, in punti strategici della bocca, al di sopra dei quali viene applicata una protesi fissa, che ricalca fedelmente le misure e le dimensioni dell’arcata originaria. Nella tecnica "All on 6", invece, gli impianti sono 6.
Il grande vantaggio di queste tecniche moderne, rispetto all’implantologia tradizionale, è il recupero totale e immediato del sorriso e del carico masticatorio del paziente, in quanto le protesi fisse vengono avvitate subito sugli impianti, senza attendere il periodo di osteointegrazione, la cui durata varia dai 4 ai 6 mesi.

Protesi semi fissa o combinata (clic-clac)

La protesi semi fissa o combinata prevede il supporto di denti o impianti in titanio osteointegrati in grado di ripristinare la funzionalità dell’arcata dentaria.
Essendo semi fissa può essere rimossa dal paziente per un’igiene approfondita, ma al tempo stesso è fissata saldamente con speciali attacchi a sfera o a barra inseriti su impianti dentali. Solitamente, per installare una protesi semi fissa, il dentista inserisce 2 impianti nell’osso mandibolare (inferiore) e 4 nell’osso mascellare (superiore), ai quali successivamente vengono applicati dei locator a sfera oppure una barra. Nel caso in cui vengano applicati i locator, questi funzionano come dei bottoni, ai quali la protesi si aggancia con un sistema definito "clic clac”. Nel caso in cui si adoperi il sistema a barra, invece, la protesi viene incastrata grazie a una fessura presente nella parte inferiore.

Protesi mobile

La protesi mobile, generalmente realizzata in resina e compositi o ceramiche, come già indica il termine, può essere rimossa dal paziente per l'igiene quotidiana, e si usa per sostituire una parte dei denti o l’intera arcata dentaria.

Nel caso in cui la protesi vada a sostituire una parte dei denti, la stessa prende il nome di "protesi parziale” o, nel gergo tecnico scheletrato: può venire ancorata ai denti naturali rimasti attraverso ganci, oppure attraverso attacchi metallici a denti naturali o artificiali (impianti).

Qualora la mancanza di denti sull’arcata superiore, inferiore o su entrambe, sia totale, la protesi mobile viene chiamata “totale", o più comunemente dentiera. La dentiera appoggia sulle mucose e gengive del paziente e periodicamente deve essere sottoposta a “ribasature” al fine di consentire una buona adesione in seguito al progressivo e graduale riassorbimento osseo.

Protesi dentale con scanner ottico per la presa d'impronta

Per molte persone, prendere un'impronta delle arcate dentali superiori e inferiori o di alcuni denti, può essere una cosa fastidiosa, per  l'utilizzo di materiali che vengono modellati nella bocca e lasciano residui.

Una grande innovazione tecnologica presente nello studio Socialdent che viene incontro a tutti i pazienti, è lo scanner ottico adoperato per la presa d'impronta, necessaria per la realizzazione precisa della protesi dentale senza dover utilizzare i classici fastidiosi materiali: cere, cucchiai e paste, quali gesso, silicone, alginato e polietere.

Lo scanner ottico è uno strumento in 3D in grado di raccogliere informazioni dettagliate e molto precise su alcune caratteristiche dei denti o arcate del paziente, quali la forma e le dimensioni, ed elaborare così un'impronta, definita "ottica", attraverso una fonte luminosa.
Da questa impronta ottica vengono successivamente realizzati in 3D dei modelli delle strutture o componenti desiderati.
L'assoluta novità di questo dispositivo, che lo rende molto apprezzato dai pazienti, è che, come detto prima, i tradizionali strumenti e materiali adoperati nell'odontoiatria classica, quali paste e cere di masticazione e cucchiai portaimpronte, sono completamente superati da modelli 3D virtuali, a completo beneficio e relax del paziente, che può evitare complesse e fastidiose operazioni, che, con i materiali tradizionali, lascerebbero residui nella bocca, causando disagio e imbarazzo.

L'utilizzo dello scanner ottico consente anche una maggiore rapidità della presa d'impronta, una procedura che dura pochi minuti, a dispetto di quella tradizionale che richiede più tempo.

Un altro vantaggio, oltre al beneficio per il paziente, è l'assoluta precisione con cui viene presa l'impronta, che si accompagna a una maggiore qualità della stessa e produttività per il professionista.


 

(+39) 0424 382924

Non esitate a contattarci in caso di emergenza.


Tutti i Nostri Contatti