Endodonzia

ENDODONZIA

L’endodonzia si occupa dell’endodonto, la parte interna al dente contenente la polpa dentaria, i nervi, i vasi sanguigni e il tessuto cellulare.

Anche l'endodonto, nonostante sia racchiuso e protetto da più strati superficiali resistenti, può incorrere in serie infezioni per svariati motivi, vedi per esempio una carie profonda, una parodontite, o un evento traumatico. Il sintomo principale che ci fa capire che qualcosa non va è il dolore, acuto e pulsante.

Sicuramente il trattamento tempestivo permette di fermare il problema, evitando così la perdita del dente e la conseguente necessità di intervenire con l'implantologia. La tecnica principalmente adoperata è la terapia canalare, anche conosciuta come devitalizzazione.

Quando è necessaria la cura canalare

La devitalizzazione di un dente si rende necessaria per tre motivi fondamentalmente:

- una carie profonda, che è arrivata ad intaccare gli strati della dentina e della polpa e che non si può più fermare con la classica otturazione

- una pulpite, cioè l’infiammazione della polpa dentaria, che compromette la salute del nervo dentale o addirittura degenera in necrosi

- un evento traumatico che provoca la rottura profonda del dente e la lesione degli elementi interni

Come si realizza la cura canalare

L’intervento di devitalizzazione si esegue in anestesia locale e il dentista, dopo aver praticato un piccolo foro nel dente, rimuove completamente la polpa dentaria malata e infetta, svuotando e disinfettando interamente il dente, ed eliminando così la componente batterica. In un secondo momento si esegue la devitalizzazione vera e propria, ossia il dentista inserisce nella cavità dentaria realizzata con la lima canalare, una speciale resina naturale, chiamata guttaperca, in grado di trasformarsi in idrossido di calcio e quindi di riempire completamente il canale radicolare. Nell'ultima fase del trattamento canalare si ha l’otturazione del dente, generalmente temporanea, per evitare infiltrazioni batteriche. Dopo qualche giorno si procede con l’otturazione definitiva.
Se il dentista si rende conto che il dente è particolarmente fragile, si può procedere con  l’incapsulamento, cioè il dente in precedenza devitalizzato viene limato e rivestito con una capsula in zirconio, realizzata riproducendo le forme del dente originario, al fine di garantire un risultato ottimale sia dal punto di vista funzionale che estetico.

(+39) 0424 382924

Non esitate a contattarci in caso di emergenza.


Tutti i Nostri Contatti